Colesterolo Cos’è e Come combatterlo

colesterolo cos'è e come combatterlo

Il colesterolo cos’è? È risaputo che un livello alto di colesterolo può essere pericoloso per la salute.

Il colesterolo presente nel nostro corpo è una sostanza grassa prodotta dal fegato, ma si trova anche in cibi come carne, latticini e uova.

Non ci crederai, ma il colesterolo è anche utile!
Il colesterolo svolge una funzione vitale nella formazione delle cellule e nella produzione di vitamina D, ormoni e bile per la digestione.

Tuttavia, un tasso elevato di colesterolo nel sangue può aumentare il rischio di infarto cardiaco, ictus, aterosclerosi e altri disturbi circolatori e per questo è molto importante controllarne i livelli.

CE NE SONO 2 TIPI DI COLESTEROLO:

L’HDL (lipoproteine ad alta densità), il “colesterolo buono”, attraverso il fegato rimuove dal sangue il colesterolo in eccesso impedendo che ostruisca le arterie.
L’LDL (lipoproteine a bassa densità), il “colesterolo cattivo”, più dannoso perché trasporta il colesterolo dal fegato nelle cellule del corpo.
Quando è in eccesso, l’LDL può accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni e ridurne la portata (aterosclerosi).

NON DOVREI ESSERE A RISCHIO DI IPERCOLESTEROLEMIA… O NO?

È vero che le persone anziane o sovrappeso sono più soggette ad avere il colesterolo alto, ma il problema può riguardare chiunque, a prescindere dal peso o dall’età.

Determinati fattori di stile di vita possono contribuire ad aumentare il colesterolo (a volte a livelli allarmanti) anche in soggetti giovani e ragionevolmente sani senza neanche che questi se ne accorgano.

Fumo, alcol, alimentazione inappropriata (troppi grassi saturi e acidi grassi trans), vita sedentaria e una storia familiare positiva per le cardiopatie sono alcuni dei fattori di rischio.*

Il colesterolo alto non produce una chiara sintomatologia e quindi l’unico modo per sapere se abbiamo questo problema è andare dal medico.
Tuttavia, un semplice esame del nostro stile di vita può fornire qualche indizio.

Ti riconosci in qualcuna delle situazioni riportate qui sotto?

Ora che sai un pò di più su cos’è il colesterolo, è bene sapere che tutte persone a rischio di ipercolesterolemia e farebbero bene a correre ai ripari.

  • Ho il vizio del fumo, ma sono una donna di 30 anni attiva e attenta all’alimentazione. Non immaginavo che potessi avere il colesterolo alto.
  • Ammetto di essere sovrappeso, ma non sono obeso e in famiglia nessuno ha mai sofferto di cardiopatie o ipercolesterolemia. Potrei essere a rischio?
  • Mio padre soffriva di colesterolo alto, ma io mangio in modo sano, faccio regolare attività fisica e non ho ancora compiuto 40 anni, quindi per ora non mi preoccupo del colesterolo.
  • Non faccio spesso attività fisica e non presto molta attenzione a quello che mangio, ma non essendo sovrappeso, il colesterolo non dovrebbe essere un problema per me.

COME POSSO RIDURRE O MANTENERE NELLA NORMA IL LIVELLO DEL COLESTEROLO?

FAI PULIZIA nella dieta

Se sai cos’è il colesterolo, sai che la prima cosa da fare è rivedere l’alimentazione. Riduci il consumo di grassi saturi e acidi grassi trans e fai qualche piccola sostituzione nei cibi che mangi, ad esempio passando dal pane bianco a quello integrale, dalle carni rosse e lavorate a pesci grassi e pollame magro, da snack confezionati come le patatine a semi o frutta a guscio.

AUMENTA l’esercizio Fai più esercizio

L’attività fisica aiuta ad aumentare il colesterolo “buono” (HDL) nel sangue perché stimola lo spostamento dei depositi adiposi nel fegato, contribuendo a mantenere cuore e vasi sanguigni in buone condizioni. Bastano 150 minuti di attività moderata alla settimana**: prova a fare 30 minuti per 5 giorni.

SMETTI di fumare

In aggiunta ad altri effetti dannosi per la salute, il fumo aumenta il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari. Le sigarette contengono una sostanza chimica che impedisce al colesterolo “buono” (HDL) di trasportare i depositi adiposi fino al fegato. Questo può comportare un aumento del colesterolo, restringimento delle arterie (aterosclerosi) e un maggior rischio di ictus e infarto cardiaco.

*Organizzazione Mondiale della Sanità Rapporto mondiale sulle malattie non trasmissibili 2014.
**Direttive del Servizio sanitario nazionale (NHS, National Health Service) britannico: Colesterolo alto: prevenzione. Pubbl. 16/08/2013.


UN’ALIMENTAZIONE AMICA DEL CUORE

I grassi saturi e gli acidi grassi trans presenti in merendine, latticini non magri e carni lavorate contribuiscono all’aumento del colesterolo.
Noi di Herbalife non crediamo nella privazione dei sapori che amiamo: per ridurre le probabilità di colesterolo alto basta sostituire alcuni cibi.

TOGLIAMO:

  • Snack industriali come le patatine. Spesso sono ricchi di grassi saturi, sale e zuccheri, che favoriscono l’aumento del colesterolo.
  • Cibi fritti. Gli oli di cottura spesso contengono molti grassi dannosi.
  • Carni lavorate. Prova i tagli più magri di carne rossa: contengono meno grassi saturi.
  • Carboidrati bianchi raffinati presenti in dolci, merendine, pane e pasta di farina bianca, ecc.

SCEGLIAMO:

  • Snack sani con grassi mono e polinsaturi: frutta a guscio, semi, noccioline di soia, olive.
  • Cuoci i cibi in camicia, ai ferri, al vapore o bollendoli: ridurrai i grassi poco sani.
  • Pesci grassi come il salmone, ricco di grassi buoni e Omega-3, o pollame magro. Ottime le proteine di soia e di siero del latte.
  • Fonti di fibre come avena, riso integrale, frutta e verdura, contribuiscono all’apporto di fibre giornaliero.

Il colesterolo cos’è? Ora che lo sai, c’è anche un altro modo per ridurre il colesterolo o mantenerlo a livelli normali.

Hai mai sentito parlare del beta glucano d’avena, un ingrediente del prodotto Herbalife Beta heart?

ridurre il colesterolo con beta heart herbalife nutrition
Ridurre il colesterolo con Beta heart Herbalife Nutrition

Questo è il sito di un Distributore Indipendente Herbalife Nutrition

Per qualsiasi informazione, non esitare a chiamarmi: 3479824022 (clicca sul numero).
Oppure scrivimi… Avrai una risposta in poche ore!!!




    Accetto la Privacy Policy

    Questo articolo fa parte della categoria: Benessere